Cosa vedere a Santorini

Santorini è un’esplosione di colore! Il blu del cielo e del mare, il bianco delle case, il rosso dei tramonti di Oia e il nero della sabbia vi stupiranno.

La romantica Santorini è un’isola greca davvero speciale, al tempo stesso una delle più famose e rappresentative del successo turistico della Grecia ma anche quella con una sua forte identità, distinta dalle altre isole.

Nella lista di cosa vedere a Santorini al primo posto ci sono i suoi leggendari tramonti, i più belli di tutta la Grecia, di pari passo con le viste mozzafiato sulla caldera, l’elemento paesaggistico che ha reso unica Santorini.

Città chic e villaggi tradizionali si susseguono in quest’isola che obbliga il turista ad avere la macchina fotografica sempre a portata di mano.

Potrete rilassarvi in una delle sue spiagge di sabbia nera o degustando i famosi vini dell’isola in una delle sue rinomate cantine, mentre per un itinerario culturale potete visitare le celebri rovine di Akrotiri.

Non perdetevi il meglio: ecco la lista delle 10 cose da vedere assolutamente a Santorini.

Tramonti unici

Dalla raffinata Oia, dalla terrazza di una cantina di vini degustando un buon bianco dell’isola, da una barca, dalla vivace capitale: ovunque voi siate, il tramonto a Santorini vi ruberà il cuore con le sue sgargianti tonalità di rosso e le delicate sfumature rosa.

Il villaggio di Oia al tramonto

Lasciatevi andare al romanticismo e prendete per mano il vostro lui o la vostra lei… oppure impugnate la macchina fotografica per immortalare con un click uno degli spettacoli naturali più affascinanti a cui vi possa capitare di assistere.


La Caldera

Eccola, la star di Santorini, l’elemento che rende quest’isola unica e affascinante: la caldera, una depressione creatasi oltre 10.000 anni fa in seguito al crollo della volta della camera magmatica di un vulcano, a sua volta causato da una delle eruzioni più violente nella storia della vulcanologia.

Originata da una catastrofe naturale, la caldera di Santorini è oggi una meraviglia da osservare, un paesaggio mozzafiato di una bellezza difficile da trovare altrove.

Non stupisce che uno dei tour più popolari a Santorini siano le crociere in barca alle isolette della caldera, che prevedono sempre una sosta all’antico cratere e rappresentano sicuramente un modo affascinante per ammirare questo spettacolo naturale.

Altrettanto o forse ancor più suggestivo è ammirarla dall’alto in tutta la sua magnificenza con una passeggiata lungo il crinale: il percorso completo va da Fira a Oia, non è particolarmente impegnativo ma è senz’altro più faticoso di una camminata in città.

Non vi preoccupate se non ve la sentite di percorrere tutta la strada fino a Oia: già con facili camminate intorno a Fira potrete godere di scorci panoramici straordinari. E se volete una versione ancora più pigra e glamour, potete ammirare la caldera da una infinity pool con vista mare.


Città e villaggi

Fira

Fira, la capitale dell’isola, è una località vivace, ricca di negozi e boutique dove curiosare di giorno e una lunga fila di ristoranti, bar e birrerie dove trascorrere le vostre serate.

Non aspettatevi la movida scatenata di Mykonos, ma il divertimento è garantito!

Tanti servizi, splendide viste sulla caldera e rilassanti passeggiate in città e dintorni fanno di Fira la meta più ambita dai turisti.

Scopri di più su Fira

Oia

Località chic dell’isola, Oia è un gioiello glamour, un tripudio di boutique hotels e infinity pools che sembrano usciti da una rivista di design, dove anche voi potrete sentirvi divi di Hollywood.

I tramonti di Oia sono considerati i più belli di Santorini, e di conseguenza di tutta la Grecia.

Scopri di più su Oia

Imerovigli

Certamente meno glamour di Oia e meno chiassoso di Fira, Imerovigli è un tipico villaggio tradizionale greco, la cui autenticità è stata preservata da una serie di leggi di tutela del patrimonio architettonico.

Arroccato sul crinale della caldera, anche il villaggio di Imerovigli garantisce splendide viste e tramonti, con il vantaggio di maggiore tranquillità rispetto alle località più in dell’isola.

Scopri di più su Imerovigli


Spiagge di Santorini

Caso forse unico tra tutte le isole greche, Santorini non deve la sua reputazione alle spiagge, la cui fama è stata di gran lunga superata dal paesaggio unico della caldera e dai colori straordinari dei tramonti.

Red Beach

Peccato, perché le spiagge di Santorini sono molto particolari: di origine vulcanica, sono caratterizzate da una sabbia nera che crea un contrasto drammatico con il blu del mare.

Scopri di più sulle spiagge di Santorini

Red Beach

Diremmo che è una mosca bianca tra le spiagge di Santorini, se non fosse che il gioco di parole potrebbe far perdere un po’ la testa: di certo è curioso che la più bella in un’isola di spiagge dalla sabbia nera sia una spiaggia di sabbia color… rossastro!

Protetta dai venti da alte scogliere di color ruggine, Red Beach è una spiaggia molto suggestiva ma essendo la più famosa dell’isola è in genere molto affollata. Meglio arrivare qui la mattina presto, quando è più tranquilla.

Red Beach si raggiunge con una camminata di circa 10 minuti dal parcheggio auto; è una spiaggia attrezzata con tutti i servizi essenziali, come noleggio ombrelloni e bagni.

Perissa

Perissa è relax allo stato puro: una lunga distesa di sabbia nera vivacizzata da simpatici ombrelloni di paglia che vi faranno pensare ai Caraibi.

È la spiaggia perfetta per lunghi sonnellini al sole, tuffi rinfrescanti, gustosi spuntini nelle taverne tipiche; la sera Perissa si anima di giovani che vengono qui attirati dai bar chill out della spiaggia: un drink al tramonto e poi musica fino a tarda notte.


Sito archeologico di Akrotiri

Certo, ovunque andiate in Grecia ci saranno delle rovine da visitare, ma il sito archeologico di Akrotiri non è le “solite rovine”: si tratta di uno dei ritrovamenti più sensazionali nella storia dell’archeologia.

L’eruzione vulcanica che originò la caldera ebbe anche l’effetto di conservare sotto uno spesso strato di lava un’antica città minoica, riportata parzialmente alla luce nel 1967.

Gli scavi proseguono ancora oggi, e si stima che ciò che possiamo vedere sia solo il 30% di quel che è rimasto sepolto sotto la lava.

Nel frattempo un’avveniristica costruzione in vetro protegge le rovine riportate alla luce, permettendo ai visitatori del sito di compiere un’affascinante passeggiata nel mondo antico. Imperdibile!

Alla visita delle rovine di Akrotiri potete abbinare i due musei archeologici nella città di Fira.


Cantine

Un terzo effetto benefico delle eruzioni vulcaniche avvenute a Santorini è di aver reso il terreno dell’isola particolarmente fertile.

Una delle coltivazioni più antiche dell’isola è quella della vite e i vini prodotti con vitigni autoctoni hanno raggiunto ottimi livelli qualitativi come il Vinsanto o il Santorini bianco secco.

L’isola è disseminata di cantine vinicole, la maggior parte delle quali offre la possibilità di un tour guidato con degustazione finale.

Visitare le cantine vinicole di Santorini è un’esperienza che consigliamo a tutti, non solo agli appassionati di vino. Immaginate di sorseggiare un bicchiere di pregiato vino bianco al fresco di un tipico patio greco o su una terrazza con vista sulla caldera: non è un’immagine da sogno?

Tra le cantine che si possono visitare la più famosa è senz’altro Santo Wines, che però è anche la più turistica; altre cantine consigliate sono Argyros Canava, Gavalas Winery e Sigalas.

Curiosità: il Museo del Pomodoro

Se volete aggiungere qualcosa di originale e meno turistico alla vostra vacanza a Santorini visitate il Museo del Pomodoro, ospitato in una ex fabbrica all’interno di quello che oggi è il centro culturale Santorini Arts Factory.

Durante la visita potrete saperne di più sulla produzione del pomodoro, un aspetto davvero poco noto dell’isola di Santorini!

Isole attorno Santorini