Fira

Fira

Fira è il capoluogo di Santorini: questo piccolo paese dai caratteristici vicoli dove domina il bianco e il blu. In ogni angolo si svelano splendidi scorci

Fira è il capoluogo di Santorini, anche chiamato Thira, ed è un piccolo villaggio dai caratteristici vicoli lastricati dove dominano i colori del bianco delle case, dell’azzurro delle porte e delle finestre e del blue delle cupole delle chiese.

Fira si trova nella parte occidentale dell’isola, a 10 chilometri dal porto principale, e offre un gran numero di hotel, molti dei quali con piscina e splendida vista sul mare.

Arroccato su una scogliera della caldera a 260 metri sul livello del mare, ad ogni angolo svela d’improvviso splendidi scorci: le viste eccezionali, in primo luogo quelle sul vulcano sommerso, hanno fatto arrivare nel corso degli anni a Santorini una grande quantità di turisti da ogni parte d’Europa e da oltre oltreoceano e hanno fatto spuntare in pochi anni un numero impressionante di negozi e boutique. E’ probabile che a breve ci saranno più negozi di alta moda e gioiellerie nella strada del centro che in tutta via Condotti a Roma!

Orientarsi a Fira è molto facile: la piazza principale è Theotokopoulou Square ed è intersecata da odos 25-Martiou (via 25 Marzo), la via che sale nella parte alta del paese. Per arrivare al mare si può prendere il vicolo lastricato all’angolo dell’agenzia Pelikan Travel. L’attività diurna e notturna si concentra in cinque o sei piccole vie.

Fira è l’unico centro di Santorini in cui si può vivere la notte. Gli altri paesi sono più tranquilli, sia di giorno che di sera… Senza dubbio i più romantici preferiranno Firostefani, una piccola frazione tranquilla, più a nord, proprio sulla strada panoramica.

Affascinante guardare Fira da lontano: le case costruite direttamente nella pomice, le une addossate alle altre e decorate con gusto, si susseguono a perdita d’occhio. Ancora più bello girovagare tra le viuzze strette e ripide, in cerca di angoli tranquilli e silenziosi.

Affollata a qualsiasi ora del giorno e della notte durante i medi di luglio e agosto, ma mai tanto da esserne infastiditi, Fira è bellissima di sera quando la città si illumina in contrasto con il mare scurissimo.

Da non perdere a Fira

Il porto vecchio, raggiungibile in funivia, a piedi (587 gradini) o a dorso di mulo, La Cattedrale di Ypapanti, La Chiesa della Vergine di Agios Theodoris a Firostefani e i Musei: archeologico, preistorico e Museo Gizi.

Museo Archeologico

Si trova in una piazzetta vicino la teleferica e la chiesa cattolica. Custodisce una bella collezione di vasi e anfore di ceramica risalenti al periodo geometrico ed ellenistico e provenienti dall’antica Fira. Il Museo Archeologico di Fira ospita anche impressionanti affreschi e sculture del periodo ellenistico, opere bizantine e alcuni resti di epoca preistorica.

Museo Preistorico

È sito di fronte alla stazione dei pullman. Raccoglie alcuni affreschi di Akrotiri, i resti del famoso affresco delle Scimmie Blu (1700 a.C.) e ogetti di vita quotidiana del III millennio a.C.

Museo Megaron Gizi

Si trova nei pressi della chiesa cattolica, all’interno di un’antica dimora patrizia che apparteneva alla famiglia veneziana dei Ghizi. Al suo interno sono custodite collezioni di antiche foto, manoscritti e cimeli che illustrano la storia dell’isola. Numerose, inoltre, le incisioni tardo settecentesche del conte Choiseul-Gouffier. Potrete visitare anche l’allestimento di una mostra di opere di artisti locali e di icone bizantine. Durante l’estate si tengono concerti di musica classica e greca.

Dove dormire a Fira

Cerchi un Hotel a Fira? Clicca qui per vedere tutti gli alloggi disponibili a Fira
Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Valutazione media 4.1 su 8 voti